Un certificato e una targhetta (seconda parte)

KlimaHaus, al di là delle tre classi energetiche, offre diverse tipologie di certificato:
CasaClima Nature è uno strumento per valutare non solo l’efficienza energetica ma anche l’ecosostenibilità dal punto di vista dei materiali e della costruzione, seguendo i vari materiali fin dalla loro origine;
ClimaHotel esamina anche parametri come la durabilità dell’edificio, l’incoraggiamento ad utilizzare mezzi di trasporto più ecologici, la comunicazione ed il lavoro di sensibilizzazione e l’impegno nella valorizzazione dell’autenticità del luogo, anche attraverso l’utilizzo di prodotti e materiali locali. I materiali in particolare vengono valutati con i criteri CasaClima Nature. È fondamentale anche il concetto di “Re-regionalizzazione”;
CasaClima Habitat si occupa dell’intero contesto abitativo e non solo del singolo edificio. Le analisi comprendono quelle che riguardano il corretto orientamento dei diversi edifici e la posizione reciproca, il favorire i trasporti pubblici piuttosto che quelli privati, gli impianti idrici comuni, la quantità di verde pubblico, il progetto di sensibilizzazione affinché i singoli inquilini apprezzino e sfruttino le accortezze offerte, la presenza di spazi comuni;
CasaClima Wine è nato per dare maggiore visibilità ai grandi sforzi ecologici che facevano alcune aziende vinicole e cantine. Questi sforzi comprendono attenzioni verso l’energia necessaria per la vinificazione, gli imballaggi e i trasporti, nonché il comfort per i lavoratori e la coibentazione sia per le cantine interrate che per quelle esterne;
CasaClima Work&Life è specializzato per strutture adibite ad uffici e servizi. Sono fondamentali non solo la valutazione energetica ma anche i piani di gestione di rifiuti e mobilità, della pulizia, un buon progetto illuminotecnico e idraulico. Gli standard di comfort (acustico, luminoso, etc.) sono molto elevati.
CasaClima MobileHome riguarda infine il mondo del campeggio: è un moderno progetto di bungalow, più ecologico ed efficiente. Ovviamente potendo essere spostata non ha bisogno di una collocazione specifica può essere posizionata ovunque, soprattutto laddove non sia possibile costruire. È totalmente riciclabile, possiede solamente elettrodomestici ad altissima efficienza energetica (A+ e A++) e lo standard CasaClima Nature per quanto riguarda i materiali.
In più, al di sopra della classe energetica ottenuta e il certificato scelto, alla casa potrebbe essere assegnato il riconoscimento di CasaClimapiù: questi edifici si contraddistinguono per efficienza, tecnica di costruzione ecologica e scelta dei materiali, tenendo conto della produzione, del rifornimento, del trasporto, effetti nocivi, cancerogeni e dannosi. Non possono essere utilizzati in alcun modo materiali sintetici, chimici o di provenienza lontana (PVC, vernici o solventi nocivi, legno tropicale, etc.). Inoltre deve essere presente almeno un impianto fotovoltaico, un collettore solare, un impianto di recupero dell’acqua piovana oppure un tetto verde.
In Italia la maggior parte degli edifici non appartengono al patrimonio storico ma sono state costruite nel dopoguerra quando l’energia costava quasi niente e proveniva quasi esclusivamente da fonti fossili e non si prestava troppa attenzione agli sprechi e all’ecologia. Oggi la tecnologia ci permette di risparmiare fino al 90% del fabbisogno energetico dell’edificio prima dei lavori. Per risanamenti di edifici preesistenti sono anche previste agevolazioni economiche come per esempio la detrazione IRPEF del 55% per spese di riqualificazione energetica degli edifici.
Oltre a certificare l’edificio però KlimaHaus ha introdotto la certificazione di alcuni prodotti: la grande novità è però che non certifica solamente la porta o la finestra in sé, bensì anche la loro posa in opera a regola d’arte. Come per gli edifici KlimaHaus lascia la scelta tra diverse certificazioni.

Per garantire la diffusione di una cultura edilizia più sostenibile KlimaHaus ha messo a disposizione anche un efficiente programma di formazione. Offre corsi base per progettisti e costruttori, informativi e di aggiornamento per collaboratori ed amministratori e di specializzazione e approfondimento, come quello per il Tecnico Esperto Finestra o sulla coibentazione a cappotto. Alcuni dei titoli che si possono ottenere sono Artigiano CasaClima, Esperto CasaClima junior, Consulente energetico CasaClima e Auditore autorizzato CasaClima. Bisogna specificare che un Auditore Autorizzato è un tecnico pagato da KlimaHaus per effettuare controlli di qualità mentre il Consulente Energetico CasaClima è una figura competente riconosciuta da KlimaHaus ma che lavora in proprio o su richiesta dei Comuni convenzionati. Entrambi sono iscritti nell’apposito elenco ufficiale, devono rinnovare annualmente l’iscrizione e partecipare a corsi e aggiornamenti.
Nell’aprile 2006 inoltre KlimaHaus d’accordo con la Facoltà di scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano ha dato vita ad un Master Universitario di II livello. Il Master è previsto per architetti, ingegneri, geometri, liberi e pubblici professionisti e riguarda i vari aspetti della progettazione a basso consumo energetico, sia urbanistica, sia privata, con particolare attenzione al recupero energetico di edifici esistenti e alla progettazione di edifici a struttura di legno. Il corpo docente è formato da professionisti affermati sia italiani che stranieri in italiano ed inglese.

KlimaHaus segue l’imperativo del filosofo Hans Jonas: “Agisci in modo che le conseguenze delle tue azioni siano compatibili con la permanenza di un’autentica vita umana sulla Terra”, cercando di portare con sé il buon esempio per tutti noi. Noi che possiamo contribuire, anche nel nostro piccolo.