La casa dei sogni: il progetto Sofie

Chi non ha mai desiderato una casa accogliente, all’interno della quale sentirsi protetti da ogni minaccia?
Una casa che portasse all’ennesima potenza quella sensazione di sicurezza – sensazione che certamente abbiamo sperimentato tutti – non solo apparentemente ma perché sicura veramente.
Una casa che potesse proteggerci non solo dagli eventi atmosferici come freddo o pioggia, o da altre persone, ma una casa in grado di resistere al fuoco e ai terremoti.
E che sogno sarebbe, se questa casa potesse anche essere bella, pulita, potesse essere difficilmente attaccabile da muffe, virus e tutti quegli elementi caratteristici di un “edificio malato”, con buone possibilità di comfort termico e acustico!
“Ma una casa così non esiste – direte voi – e se esistesse di sicuro costerebbe un patrimonio e le nuove tecniche chimiche e costruttive che ne starebbero alla base sarebbero davvero troppo inquinanti.”
Sbagliato! La casa dei sogni esiste, ed è fatta in legno. Il legno: materiale umile, rinnovabile, del tutto naturale, prodotto dagli alberi usando la semplice energia solare.
Questa casa si chiama Casa Sofie e nasce da un progetto (il progetto Sofie – Sistema Costruttivo Fiemme) di ricerca sull’edilizia sostenibile nato nel 2003 e condotto dall’IVALSA (Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree) del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento.