Sorridi sempre

<Sara, è davvero un brutto periodo. Non ho voglia di stare in negozio, sono sempre più triste, ho sempre più voglia di mollare tutto, ma come faccio?!>

Caro cliente, il segreto nel tuo caso, è uno solo: sorridere.

Il potere del sorriso

Sorridere ha un effetto potentissimo. Sia su di te che sui tuoi clienti.

Negli anni ’80 William James e Carl Lange pubblicarono, indipendentemente l’uno dall’altro, due teorie simili sulle emozioni. Entrambe si contrapponevano alla cosiddetta “teoria del senso comune”, secondo la quale le sensazioni portano agli aspetti fisiologici ed espressivi tipici di quelle precise emozioni. Per esempio la paura porta al tremore, la tristezza al pianto, etc.
Secondo James e Lange, invece, non piangiamo perché siamo tristi, ma ci sentiamo tristi perché piangiamo; non tremiamo perché siamo spaventati, ma proviamo paura perché stiamo tremando. Il cuore non batte più in fretta perché siamo arrabbiati, ma siamo in collera perché il cuore batte più in fretta.
Izard e Schwartz negli studi successivi hanno sostenuto questa la tesi studiando le espressioni facciali: non ridiamo perché siamo felici, ma proviamo una sensazione piacevole perché ridiamo.

Il sorriso come comunicazione

Le espressioni facciali però possono essere considerate anche un modo di comunicare, una forma di socializzazione: il sorriso manifesta serenità, benessere e apertura nei confronti di un’altra persona.
Sorridere al cliente che si è affacciato alla vetrina è un modo quasi infallibile per attirarlo dentro.
Provare per credere.

Come spiega Valentina Falcinelli per Pennamontata in questo post divertentissimo e illuminante, il sorriso viene addirittura percepito al telefono.
Sorridi sempre

Fanno parte di questa serie:
Gli scorbutici non vendono
La profezia che si autoavvera
What’s on your mind? Video virale